focus

L’importanza del Tucu

L’importanza del Tucu

Tra i protagonisti del momento d'oro dell'Udinese c'è sicuramente Roberto Pereyra. Anche nell'ultimo match contro il Torino, il Tucu si è rivelato tra i migliori in campo fornendo due assist. I numeri parlano per...

Jessy Specogna

Tra i protagonisti del momento d'oro dell'Udinese c'è sicuramente Roberto Pereyra. Anche nell'ultimo match contro il Torino, il Tucu si è rivelato tra i migliori in campo fornendo due assist. I numeri parlano per lui, cinque assist in otto partite per il centrocampista argentino.

D'altronde, il valore del Tucumano Pereyra non lo scopriamo di certo oggi. Potevano esserci delle perplessità relative alle sue condizioni fisiche dopo l'ultima stagione travagliata al Watford, ma sul valore del giocatore non c'è mai stato alcun dubbio. Rispetto alla sua prima avventura con la maglia dell'Udinese, quando il Tucu era ancora un giovane di belle speranze proveniente dal Sudamerica, che all'inizio faticò ad adattarsi al calcio italiano, ora ci troviamo di fronte ad un giocatore ancora più forte rispetto a sette anni fa.

Un calciatore cresciuto sotto tutti gli aspetti e che in questi anni ha accumulato tanta esperienza, anche internazionale: gli scudetti vinti con la Juventus, una finale di Champions League giocata sempre con la maglia dei piemontesi, la militanza in Premier League con il Watford e diverse convocazioni con la maglia dell'Argentina.

Se in forma, il numero 37 bianconero è un giocatore di un'altra categoria, davvero un lusso per questa squadra. Non solo tanta qualità ed un moto perpetuo sulla trequarti ma anche garra tipicamente argentina visto che, statistiche alla mano, Pereyra è il giocatore bianconero ad aver vinto più contrasti in questo inizio di stagione.

Ad Udine il Tucu si sente a casa e giocare con tanti connazionali probabilmente lo fa rendere ancora di più. Speciale il suo rapporto con De Paul. I due sono grandi amici anche fuori dal campo e sul rettangolo di gioco, come detto dallo stesso Rodrigo, si intendono ad occhi chiusi. Insieme formano un centrocampo che poche squadre in Serie A possono vantare.

L'Udinese si gode il suo Tucumano, sperando che l'argentino possa continuare ad offrire prestazioni di questo spessore. Con un Pereyra così, questa squadra non può accontentarsi di una semplice salvezza.