Le parole di Pontisso a Udinews TV: "Voglio ritagliarmi spazio in questa squadra, il modo di giocare del mister mi facilita"

12.09.2018 08:00 di Davide Marchiol  articolo letto 546 volte
Le parole di Pontisso a Udinews TV: "Voglio ritagliarmi spazio in questa squadra, il modo di giocare del mister mi facilita"

A tu per tu di Udinews TV con Simone Pontisso, centrocampista classe ’97 nato e cresciuto nel nostro Friuli. Abbiamo parlato dei primi mesi di questa stagione, con focus su obiettivi personali e di squadra.

Simone, come giudichi la partita con la Fiorentina?

“A Firenze abbiamo fatto una buonissima gara ma siamo stati un po' sfortunati perché abbiamo preso un gol in ripartenza. Oggi affrontiamo il Torino che lotta sicuramente per posizioni di medio-alta classifica: sarà una partita molto difficile ma cercheremo di portare a casa il risultato”.

Nell’amichevole a Gradisca con il Celje sei entrato nel secondo tempo e ti sei comportato molto bene. Lì a centrocampo c’è molta concorrenza, pensi di poterti ritagliare uno spazio nel corso della stagione?

“Sono un giocatore che deve guadagnarsi il posto e queste amichevoli servono per dimostrare al mister che sono pronto. Anche in allenamento devo dare sempre il massimo”.

Mister Velazquez nella gara contro la Sampdoria ha provato il centrocampo a tre dopo aver insistito molto sul 4-2-3-1 nel corso della preparazione. In quale sistema pensi di poterti trovare a tuo agio?

“Preferisco il centrocampo a tre ma mi trovo bene anche a due: devo farmi trovare pronto dove il Mister vuole farmi giocare. Punto a giocare più partite dello scorso anno e ritagliarmi un po' di spazio in questa squadra”.

Come ti stai trovando in questi primi due mesi con il Mister?

“Il Mister mi aiuta tanto, vuole una squadra aggressiva e ci incoraggia a tenere e giocare la palla senza paura. Mi piace giocare in questo modo”.

Da friulano come vedi il grande entusiasmo che c’è attorno alla squadra? Tanti abbonati e nonostante la sconfitta di Firenze il tifo sta apprezzando molto il modo in cui gioca la squadra e vi sta sostenendo anche in trasferta.

“I tifosi per noi sono importantissimi, rappresentano il dodicesimo uomo in campo, fa molto piacere che in tanti si siano abbonati“.

L’Udinese ha intrapreso un percorso tecnico-tattico diverso e siete la seconda squadra più giovane del campionato, pensi che questo possa darvi una marcia in più o può essere un limite?

“Può sicuramente essere una marcia in più perché siamo giovani come anche il Mister, abbiamo tanta voglia e tanta energia”.