focus

La silenziosa crescita di Makengo

Jean-Victor Makengo (Udinese) during the Italian football Serie A match Udinese Calcio vs SSC Napoli on September 20, 2021 at the Friuli - Dacia Arena stadium in Udine, Italy (Photo by Ettore Griffoni/LiveMedia/NurPhoto via Getty Images)

Le prime giornata di campionato hanno evidenziato la grande crescita di Jean Victor Makengo

Jessy Specogna

Tra i giocatori ad essersi messi maggiormente in evidenza in questo avvio di stagione c'è sicuramente Jean Victor Makengo. Sei presenze su sei per lui fin ad ora in campionato, la metà delle quali da titolare, ed un rendimento sempre al di sopra della sufficienza. Una crescita che probabilmente è passata inosservata ai più, silenziosa, proprio come lui, ragazzo di poche parole ma di tanti fatti.

Arrivato la scorsa estate nell'ultimo giorno di calciomercato dal Nizza, la sua prima stagione in Italia non è stata di certo facile: solamente 17 presenze in Serie A e qualche problema extra campo che ne ha limitato l'impiego. In quelle gare, tuttavia, il nativo di Etampes aveva comunque messo in mostra delle caratteristiche interessanti e ben precise in termini di vivacità e dinamismo, pur dimostrandosi ancora acerbo ed impreciso soprattutto nella gestione del pallone.

Sin dal ritiro, la sensazione è che l'estate abbia consegnato all'Udinese un nuovo Makengo, migliorato sotto diversi aspetti, anche e soprattutto tecnici. In queste prime partite, come detto, il suo contributo alla causa è stato prezioso sia in termini di quantità che di qualità, leggasi l'assist a Samardzic nella vittoria contro lo Spezia o la bella palla in verticale che ha messo Udogie a tu per tu con Rui Patricio nella trasferta di Roma.

Il giovane francese sta guadagnando sempre più spazio nello scacchiere bianconero. Anche nell'ottica di un cambio di modulo, Makengo potrebbe essere il profilo perfetto per affiancare Walace nella mediana a due, anche se la sensazione è che l'ex Nizza e Tolosa possa esprimere il meglio di sè, per caratteristiche, in un centrocampo a tre.

Il proseguo del campionato dirà se Makengo potrà confermarsi su alti livelli e magari anche esplodere, ricalcando le orme di Asamoah, giocatore al quale a lungo è stato accostato. La speranza è che il francesino continui su questa squadra.

tutte le notizie di