La prestazione non basta, la panchina di Velazquez traballa pericolosamente: Prandelli in pole in caso di esonero del salmantino

06.11.2018 18:52 di Stefano Pontoni Twitter:   articolo letto 1635 volte
© foto di Federico De Luca
La prestazione non basta, la panchina di Velazquez traballa pericolosamente: Prandelli in pole in caso di esonero del salmantino

Contro un Milan incerottato non poteva bastare la prestazione per tranquillizzare un ambiente in ebolizzione come quello bianconero. Per rinsaldare la posizione di Velazquez servivano punti che purtroppo non sono arrivati. Per questo motivo la panchina del salmatino continua a traballare paurosamente.

E' vero che, come dicono in molti, Gino Pozzo cercherà di difendere fino alla fine la sua scommessa estiva ma qualora l'Udinese dovesse tornare anche da Empoli a mani vuote nulla potrebbe più salvare don Julio. Partita decisiva quella in terra toscana contro una squadra che tra l'altro ha appena cambiato tecnico, cacciando Andreazzoli e puntando sull'ex bianconero Iachini. 

Chi a Udine in caso di esonero di Velazquez? Dopo il fallimento dei giovani - Oddo, Tudor e forse Velazquez - l'Udinese potrebbe virare su un profilo d'esperienza. Per questo motivo la cerchia sembra essersi ristretta a tre nomi, Prandelli, Donadoni e Montella, con il primo favorito sugli altri due.  Sarebbe proprio l'ex ct vice campione d'Europa, già corteggiato a lungo la scorsa estate, il nome forte, tanto che alcune voci darebbero per raggiunto da giorni un preaccordo.