La settimana della verità da prima fase, appena cominciata, è già finita. Non per manifesta inferiorità dell'Old Wild West Apu Udine che ha perso alla distanza per 76-59 (20-17, 36-30, 48-52) il primo faccia a faccia con la capolista in casa della Bertram Tortona giovedì nel recupero dell'undicesima d'andata. E l'Oww replica oggi a Torino il confronto con la Reale Mutua altra corazzata del girone verde di serie A2, ma si fermerà lì il trittico dell'Apu in sette giorni con le due favorite più accreditate. Slitterà a domenica 11 aprile, infatti, il turno di mercoledì 17 marzo per l'undicesima di ritorno con Tortona al Carnera. Intanto, oggi alle 17 (arbitri il milanese Roberto Radaelli di Rho, il tarantino Christian Mottola e il siracusano Sebastiano Tarascio di Priolo Gargallo; diretta tv in chiaro su Ms Sport canale Dtt 173 in Fvg e su Ms Channel canale 814 Sky, diretta streaming su Lnp Pass per abbonati), per la decima di ritorno la banda di coach Matteo Boniciolli si gioca la rivincita contro la Reale Mutua passata 59-73 un girone fa al Carnera con gli udinesi orfani di Dominique Johnson causa Covid all'antivigilia della gara e di Andrea Amato per ernia del disco da cui è in riabilitazione, emergenza tamponata ingaggiando Federico Mussini dalla gara seguente per sopperire alle due defezioni concomitanti che, assieme al focolaio sviluppatosi in squadra e al riassetto nell'organico, hanno dato la stura a sei sconfitte cancellate da quattro vittorie consecutive. Ricaduta a domicilio con Verona dell'ex coach Apu, Alessandro Ramagli, e rimessasi in piedi a Milano sponda Urania, l'Oww – che in casa Bertram si è consolata qualificandosi per la Final eight di coppa Italia grazie alla contemporanea sconfitta dell'Orlandina Capo d'Orlando nel recupero a Biella – ripartirà quindi domenica 21 marzo dalla penultima di ritorno a Orzinuovi dopo la trasferta odierna a Torino piazza dei tanti udinesi ed ex snaiderini o Apu: coach Demis Cavina, Ousmane Diop senegalese di Feletto lungo che sposta in A2, il cecchino Mirza Alibegovic di casa a Moruzzo e la coppia di play Lorenzo Penna e Franko Bushati. L'Oww così non ospiterà a stretto giro Tortona che, se giovedì arrivava da tre sconfitte e non vinceva in casa da tre turni in un ciclo di quattro vittorie e cinque stop nelle ultime nove gare dopo i dodici successi iniziali, nella crisi di risultati ha vinto quattro volte fuori a Orzinuovi, Biella, Treviglio e Piacenza.

L'ultimo stop con la capolista e quello all'andata con l'altra corazzata piemontese hanno una singolare coincidenza nei 59 punti segnati da capitan Michele Antonutti e compagni, che peggio (57) hanno fatto solo con Mantova. E' solo un caso o c'è una logica di fondo? All'andata con Torino la giustificazione stava, soprattutto, nella penalizzante assenza di DJ. Contro Tortona c'era e ha perso il confronto con la guardia americana Jammar Sanders: 25 punti contro i 14 suoi, tre da metà campo a fil di sirena del terzo quarto per il 48-52 massimo vantaggio Apu. Aiutati che il ciel ti aiuta, pareva la svolta in favore di Udine. Invece, è stato l'inizio della fine per l'Oww: ko 28-7 nell'ultimo quarto, quando la squadra di coach Marco Ramondino ha fatto appello a tutta la sua intensità e durezza mentale per tornare a vincere in casa in uno scontro al vertice. Friulani battuti quasi con lo stesso scarto subìto da Torino: -14 il 3 gennaio al Carnera, -17 giovedì un po' peggio. Non solo c'era DJ, ma pure Mussini al posto di Amato. L'altro assente era Joseph Mobio più attaccante del generoso Lodovico Deangeli, con cui si alterna in quintetto, ma non il perno del gioco offensivo Apu. Inoltre, l'Oww aveva appena celebrato a Milano il primo ventello stagionale di Nana Foulland ed è sùbito ricaduto nell'anonimato contenuto da tal Alessandro Morgillo al dunque e depistato dal dirimpettaio americano Jalen Cannon. Antonutti ha fatto la prima 'virgola' stagionale, forse in carriera da senior, ed ecco spiegato lo scarso bottino di squadra. Oggi Torino avrà altrettanta intensità e durezza mentale. Se Tortona ha la miglior difesa dell'A2 verde con 68 punti subiti a gara, quella di Cavina ne becca 71 (Udine 77,1) con attacco superiore (81,4) a quello dei ragazzi di Ramondino (78,5) e Boniciolli: 77. C'è da far tesoro dell'ultima lezione per salire in cattedra contro i primi della classe.

Esami di maturità che è auspicabile non siano rimandati dritti ai play-off, come si paventa per i tanti recuperi nel girone Sud. La Lnp però proporrà alla Fip, dopo il primo slittamento dall'11 al 18 aprile, un ulteriore rinvio della seconda fase al 25 aprile. In questa prospettiva Oww-Tortona del 17 marzo sarà rinviata alla domenica dopo Pasqua, quando si assegnerà la coppa Italia a cui l'Apu è la seconda qualificata nel girone verde dopo la Bertram sicura del primo posto, mentre in quello rosso Forlì è certa del primato e Napoli, Scafati e Ferrara, non nell'ordine, sono le altre qualificate. Gli ultimi due posti nel gruppo verde se li contendono Torino, Orzinuovi, Orlandina e Urania. Infine, il mercato chiude domani, ma potrebbe avere un'ulteriore finestra in settimana da destinarsi.          

Sezione: Focus / Data: Dom 14 marzo 2021 alle 10:10
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print