focus

Gotti si affida a Deulofeu per uscire dalla crisi

UDINE, ITALY - OCTOBER 17: Gerard Deulofeu of Udinese Calcio  in action during the Serie A match between Udinese Calcio and Bologna FC at Dacia Arena on October 17, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Gotti ritrova Deulofeu dal primo minuto, l'Udinese si affida allo spagnolo per ritrovare una vittoria che manca da quasi due mesi

Stefano Fabbro

Da oggi l'Udinese andrà in ritiro per ritrovarsi e prepararsi al meglio per la delicatissima sfida di domenica contro il Sassuolo, una partita da non sbagliare in cui i bianconeri avranno solo un risultato, ovvero la vittoria che manca dal lontanissimo 12 settembre, tanto, troppo tempo. La classifica piange, è troppo povera in relazione al materiale umano a disposizione di Luca Gotti, accusato anche a San Siro di un atteggiamento troppo rinunciatario che non calza con la qualità offensiva a disposizione, e a proposito di qualità il mister si affiderà a Gerard Deulofeu per risollevare l'Udinese e consolidare la sua panchina ritornata in bilico dopo la sconfitta di San Siro.

Nelle ultime tre partite l'estro, la qualità e la capacità di dribbling dello spagnolo sono caratteristiche che sono mancate tanto all'Udinese, nonostante le buone prove di Success, la qualità del numero 10 è essenziale e fa la differenza li davanti e ora dopo lo spezzone di San Siro l'ex Barcellona sarà sicuramente in campo dal primo minuto domenica contro il Sassuolo. Probabilmente sarà ancora 352 con Gerard che girerà attorno a Beto, ma a prescindere dal modulo, i bianconeri e il loro allenatore si aggrappano alla leadership tecnica dello spagnolo che prima di fermarsi per il problema al piede stava sempre di più facendo la differenza, dimostrando di essere un giocatore fondamentale per questa squadra, uno dei pochi in grado di puntare e saltare quasi sempre l'avversario, creando superiorità numerica e mettendo alle strette tutte le difese avversarie affrontate.

La storia recente dei friulani insegna che il ritiro è sempre servito per uscire da un momento delicato, la speranza è che anche questa volta la decisione della società sia stata puntuale e corretta, l'Udinese ha bisogno dei tre punti, ora le prestazioni non bastano più, servono i tre punti per riavvicinarsi alla parte sinistra della classifica, un posto che compete di diritto a questa squadra, la quale non può trovarsi ancora una volta nei bassifondi della classifica e per risollevarsi tutti gli occhi saranno sul ritorno di Gerard dal primo minuto, il nuovo leader tecnico della squadra dopo la partenza di Rodrigo De Paul, il nuovo numero 10 che in poche partite si è già preso in mano l'Udinese, sperando che alle grandi prestazioni possa anche unirci qualche gol, perché le realizzazioni del solo Beto non bastano per risalire una classifica che non rispecchia i reali valori di questa squadra.

tutte le notizie di