Ekong, qualcosa non va

27.01.2020 13:00 di Stefano Fabbro   Vedi letture
Ekong, qualcosa non va

Dopo una stagione da leader difensivo, in cui probabilmente la sua unica sbavatura grave fu in quell'Udinese-Sassuolo dell'aprile del 2019, quest'anno per Troost-Ekong è tutta un'altra musica, da punto fermo infatti il nigeriano sta pian piano diventando il punto debole della retroguardia bianconera. I suoi errori, troppo costanti ed evidenti, sono costati caro alla squadra di Tudor prima e di Gotti poi. 

Il numero 5 bianconero latita a livello di concentrazione e sicurezza, nella partita di ieri si è fatto letteralmente mettere sotto da Cornelius, non di certo l'attaccante più forte del pianeta. Mai è riuscito ad anticiparlo, sempre sovrastato e sempre in ritardo, sino ad arrivare all'errore commesso in occasione del vantaggio dei ducali, quando il nigeriano respinge centralmente un cross laterale dando il via all'azione che ha portato al gol di Gagliolo. Un errore banale, perché respingere lateralmente è quasi l'ABC per ogni difensore, senza contare poi la passività con cui lo stesso Ekong contrasta il terzino svedese al momento della sua conclusione, lasciandolo anche in posizione regolare. 

Fosse la prima partita storta di Troost di certo non saremmo qui a sottolinearlo, ma la ripetitività con cui il centrale commette gravi disattenzioni è troppo lampante per non essere rimarcata. I punti lasciati per strada a Genova a causa del suo fallo da rigore su Quagliarella di spalle alla porta, senza parlare poi dei tre gol subiti allo Juventus Stadium in cui in almeno due occasioni c'è lo zampino di Ekong, sino ad arrivare alla vittoria non ottenuta contro un Napoli in crisi a causa della solita passività del nigeriano che non esce a chiudere su Zielinski indisturbato trafiggendo Musso. Una costante questa nell'atteggiamento del difensore bianconero che ha la tendenza a non uscire mai e indietreggiare troppo spesso, un difetto grave per un difensore di categoria. 

Con l'Ekong visto nella stagione passata probabilmente l'Udinese adesso avrebbe qualche punto in più, ma quest'anno si ricordano nettamente di più suoi errori che sue prestazioni positive. Mancano pochi giorni alla fine del mercato, ma i bianconeri sembrano essere sicuri e convinti delle capacità di Troost-Ekong visto che la ricerca di un difensore pare non esserci. La domanda, però, sorge spontanea: davvero questa squadra non ha bisogno di un difensore centrale visto che la stagione dell'ex Bursaspor in questo momento è estremamente negativa? Sarà il campo a rispondere, intanto per Ekong domenica prossima arriverà uno degli avversari più complicati del campionato, Romelu Lukaku, e contro di lui eccessi di passività e mancanza di concentrazione sicuramente verranno puniti a caro prezzo.