Da novizi a legionari veterani, la squadra di mister Tesser parte alla conquista della serie B

16.12.2019 17:41 di Diego Cristiani   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Da novizi a legionari veterani, la squadra di mister Tesser parte alla conquista della serie B

Il campionato di serie B sta regalando una delle più belle pagine calcistiche degli ultimi anni. Il Pordenone neopromosso in serie B per la prima volta nella sua storia sta scalando la vetta della cadetteria come un novello Messner lasciandosi dietro squadre molto più accreditate e importanti. Il fenomeno ramarro non può più essere etichettato come momentaneo e va dipinto di sfumature reali e credibili perchè questi ragazzi meritano le luci della ribalta per quanto stanno mostrando in questa stagione.

Il mister Tesser ha avuto il merito di amalgamare giocatori veterani a giovani in rampa di lancio e tanto merito va dato a chi questa squadra l'ha costruita attraverso acquisti mirati al gioco dell'allenatore. Capitan De Agostini guida lo zoccolo duro della squadra, vincitrice lo scorso anno del campionato di serie C e della successiva Supercoppa, formato da Stefani, Zanon, Barison, Burrai, Almici e Gavazzi etc. A questi veterani il DS Lovisa jr ha aggiunto la marcia in più che sta portando il Pordenone ai piani alti della classifica andando a migliorare la squadra con gli innesti soprattutto di Strizzolo, Pobega e Di Gregorio che si sono ritagliati uno spazio importante in questi primi 4 mesi di stagione. La squadra sta dimostrando una solidità inaspettata soprattutto tra le mura "amiche" dello stadio Friuli, dove la squadra la raccolto la maggioranza dei punti, in attesa che si possa ritornare a giocare nello storico stadio Bottecchia, casa ancestrale dei ramarri. L'ultima partita ha acceso la speranza di vedere i neroverdi corsari anche in trasferta. La vittoria ottenuta sul Cosenza con la doppietta di Luca Strizzolo sembra significante soprattutto per prendere consapevolezza delle qualità di questa compagine anche fuori dalle mura di casa.

Piccolo neo alla straordinaria stagione dei ramarri è l'acquisto di Monachello che per ora non ha rispettato le aspettative della proprietà e si è lasciato superare nelle gerarchie di Tesser proprio da Luca Strizzolo. Possibile a questo punto un suo ritorno all'Atalanta a gennaio in considerazione dello scarso utilizzo e gli 0 goal segnati in stagione.

Il cammino dei ragazzi fin qui meriterebbe numeri di pubblico maggiori rispetto agli attuali. Il presidente Lovisa ha sottolineato la mancanza di supporto nei confronti dei ramarri nell'intervista rilasciata nel dopopartita di Pordenone - Crotone, partita vinta dai neroverdi per 1 a 0 che ha portato la squadra al secondo posto solitario. Ci sentiamo vicini al presidente e alla squadra che sta regalando emozioni forti ai propri tifosi e che a questo punto non può più nascondersi.