focus

Cividale a un passo dalla finale playoff: in Gara 3 Taranto ko d1ts

Cividale a un passo dalla finale playoff: in Gara 3 Taranto ko d1ts

Il palaPerusini è a una partita dalla finale play-off promozione in serie A2. Cividale vola sempre più in alto nella storia cestistica. E l'United eagles basketball, nata il 20 luglio scorso da una diatriba estiva...

Valerio Morelli

Il palaPerusini è a una partita dalla finale play-off promozione in serie A2. Cividale vola sempre più in alto nella storia cestistica. E l'United eagles basketball, nata il 20 luglio scorso da una diatriba estiva nel mondo del basket udinese, si sta trasformando in un trampolino di lancio. E' un'opportunità epocale se saprà fare sistema con il territorio non solo dal punto di vista sportivo, ma anche di promozione della realtà ducale e dintorni patrimonio dell'Unesco. In questo fine settimana lungo sul parquet la Gesteco Ueb Cividale intanto è andata sul 2-1 in semifinale, in finale il palaPerusini potrebbe essere a due gare o forse tre dalla promozione in A2. Ciò perché nell'altra semifinale del tabellone 3 di B la Belcorvo Rucker San Vendemiano, quinta nel girone C, è pure sul 2-1 nella serie con la Ristopro Janus Fabriano, capolista a fine seconda fase nello stesso raggruppamento, e si giocherà un altro match ball in casa domenica. Se in finale si ritrovassero i trevigiani, non i marchigiani, e i friulani, questi avrebbero il vantaggio del fattore campo perché terzi nel gruppo C. E il palaPerusini, anche nell'atto finale sempre al meglio di cinque partite, potrebbe tornare a giocare il ruolo di fortino dei ducali, che vi hanno perso due volte finora in stagione: l'ultima gara di Supercoppa proprio con Sanve e contro Montegranaro nella fase a orologio su 16 partite casalinghe, 2 nel trofeo prestagionale, 7 nel sottogirone C1, 4 nel girone C di seconda fase e 3 nei play-off.

In gara3 di semifinale, il palasport ducale si è ribadito l'arma in più della banda di coach Stefano Pillastrini, come già era tornato a essere nelle due sfide dei quarti contro la Virtus Arechi Salerno. Sia pure al supplementare, la Gesteco (Chiera 24 punti e Mvp con 30 di valutazione, Rota 23 con 23, Battistini in doppia doppia 17+17 rimbalzi con 25 e Hassan 12 punti) ha battuto 90-85 (24-17, 41-37, 65-56, 79-79) il Cus Jonico (Morici 24 con 28, Matrone 16+17 con 33, Duranti 15, Stanic 13 e Diomede 11; Azzaro out perché ko in gara2) ribaltando la serie dopo il 74-59 patito al via e il pareggio per 66-70 a Taranto. Domenica, alle 18.30 (diretta streaming su Lnp Pass per abbonati e anche tv su Ms Channel canale 814 Sky), in gara4 capitan Giovanni Fattori e compagni possono volare in finale, mentre i pugliesi sono con le spalle al muro. Per un'altra gara così importante la Gesteco potrà contare sul sesto uomo in campo, cioè sui 500 spettatori riammessi al palaPerusini grazie al Friuli Venezia Giulia in zona bianca e all'ordinanza contingibile e urgente numero 12/Pc emanata il 29 maggio dalla Regione autonoma Fvg. Sarà un connubio perfetto specie con l'approdo in finale dell'Ueb del presidente Davide Micalich. Le prevendite continuano sia on line (vivaticket.com) sia nei punti autorizzati e saranno aperte le biglietterie del palasport fino a esaurimento tagliandi, che sono in vendita a 10 euro senza distinzione fra intero e ridotto per i posti nell'anello superiore del palazzetto.

Gara3 è stata preceduta dal taglio simbolico del nastro d'inaugurazione della stagione a spalti aperti da parte di patron Gesteco, Adriano Luci, e del presidente del consiglio Fvg, Piero Mauro Zanin. Prima della palla a due, poi, il responsabile marketing di Lega nazionale pallacanestro, Andrea Bazeu, ha consegnato al play ducale Eugenio Rota il premio Adidas quale miglior under 21 di aprile e di tutta la stagione di B. Dopo di che bando ai festeggiamenti, perché coach Davide Olive e i suoi uomini non hanno avuto alcuna intenzione di farsi fare la festa dalla Gesteco. Anzi, ricordavano che anche nei quarti di finale si erano fatti sorprendere dalla Goldegans Senigallia in gara2 a Taranto con serie sull'1-1, ma poi l'avevano chiusa alla grande per 3-1 nelle Marche. La Gesteco ha scongiurato questo rischio, ma non può dormire sugli allori. Capitan Manuel Nicolas Stanic, a cui l'Ueb martedì scorso aveva fatto andare di traverso i 37 anni compiuti lunedì, e compagni rimetteranno a fuoco i motivi della sconfitta con i friulani in gara3 per recuperare e portare la serie alla bella mercoledì 9 giugno a Taranto. A proposito di recuperi a inizio supplementare nella Gesteco si è rivisto Alessandro Cassese guarito dallo stiramento per cui non aveva giocato le prime due gare e aveva fatto allenamento differenziato finora.

Il tabellone 3 dei play-off è l'unico dei quattro di B in cui non c'è già una finalista. Questo è il quadro dopo le altre gare3 di semifinale. Tabellone 1: San Miniato-Chiusi 64-66 serie sullo 0-3 con gli ospiti in finale; Omegna-Agrigento 86-82 e sull'1-2 si va a gara4 domenica. Tabellone 2: Bernareggio-Livorno 91-87 e sul 2-1 c'è gara4 domenica; Bakery Piacenza già in finale per la rinuncia di Rimini causa Covid. Tabellone 3: San Vendemiano-Fabriano 70-80 e sul 2-1 si disputa gara4 domenica, così come a Cividale. Tabellone 4: Luiss Roma-Nardò 76-63 e sull'1-2 si gioca gara4 domenica; Roseto-Rieti 76-60 e serie chiusa sul 3-0, con gli abruzzesi finalisti. In ogni tabellone è in palio una promozione in A2.