Oltre alla novità del VAR, è stata annunciata un'altra miglioria per quanto riguarda la direzione del gioco da parte dell'arbitro: si tratta dell'espulsione retrospettiva. Ciò significa che un calciatore colpevole di condotta violenta non ravvisata dall'arbitro potrà essere espulso in modo retrospettivo all'interno della stessa partita. Quindi, in Russia, il direttore di gara potrà decidere di estrarre un cartellino rosso per un gesto violento anche a distanza di un'ora o per esempio anche all'intervallo qualora fosse ravvisato in quel lasso di tempo dai giudici addizionali. In questo modo si vuole ridurre gli episodi violenti impuniti e che al massimo vengono sanzionati solo a partita conclusa.
Un'altro miglioramento si registra poi nella gestione dei fuorigioco: è stato introdotto nel pacchetto VAR anche il cosiddetto "fuorigioco 3D". Questa nuova tecnologia permetterà agli assistenti di prendere decisioni più corrette cercando di eliminare l'errore umano nelle scelte: infatti essa rende evidente l'entità del fuorigioco grazie all'uso di telecamere speciali, utili a calcolare con esattezza la prospettiva e a tracciare delle linee di riferimento sul campo.

Sezione: FIFA World Cup Russia 2018 / Data: Gio 31 maggio 2018 alle 17:00
Autore: Emanuele Calligaris
vedi letture
Print