Esclusiva

L’Apu scalda i motori in vista del debutto. Cappelletti: “Vogliamo arrivare il più in alto possibile”

L’Apu scalda i motori in vista del debutto. Cappelletti: “Vogliamo arrivare il più in alto possibile”

Domenica sul parquet di Piacenza l'Apu Udine farà il suo debutto in campionato. Ambizioni e sogni della squadra di coach Boniciolli raccontante da uno dei nuovi volti della squadra

Stefano Pontoni

Messa in archivio la Supercoppa, l'Apu Oww Udine è pronta per fare il proprio debutto in campionato. La prima gara sarà lontano dal Carnera, contro la sempre temibile Piacenza. Si parte con la voglia di ripetere quanto fatto la scorsa stagione, provando ad alzar ancor di più l'asticella. Arrivare fino in fondo non sarà una missione facile ma i bianconeri, gruppo solido e ulteriormente rinforzato da un ottimo mercato estivo, ci credono. A presentarci la stagione è stato il nuovo playmaker bianconero Alessandro Cappelletti.

"Abbiamo intrapreso un percorso di crescita che stiamo portando avanti giorno dopo giorno. Lavoriamo duramente in allenamento, cerchiamo di conoscerci sempre di più. La base solida è quella del gruppo della scorsa stagione, poi ci sono nuovi giocatori che devono integrarsi al meglio nei meccanismi. La preparazione è stata molto positiva. C'è dispiaciuto molto non aver portato a casa un trofeo come la Supercoppa che era alla nostra portata. Ci siamo però subito rimboccati le maniche e abbiamo riniziato a darci dentro in allenamento. Il nostro obiettivo è il campionato, a Piacenza vogliamo subito iniziare con una prestazione positiva".

Con quale obiettivo partite?

"Ripetere il percorso fatto la passata stagione è senza dubbio l'obiettivo principale. Ogni giocatore che è qui sa perfettamente quelle che sono le ambizioni della società, lavoriamo ogni giorno per cercare di arrivare pronti al momento clou della stagione". 

Tu sei uno dei nuovi, come ti stai integrando nei meccanismi di squadra?

"Mi trovo molto bene con i compagni e con lo staff tecnico. Ho detto più volte che è stato veramente facile ambientarsi in questo gruppo. Il tasso tecnico è molto alto, è stato facile inserirsi nei meccanismi quando al tuo fianco hai dei compagni così forti. Fino ad ora per me è stata un'esperienza molto positiva, spero di trovare sempre di più un'alchimia importante con i miei compagni perché credo sia la chiave per una stagione vincente".

Qual è il livello dell'Apu? Quali sono le avversarie da battere?

"Dobbiamo guardare soltanto a noi stessi. Anche in Supercoppa si è visto che il livello generale è alto che si può vincere o perdere contro chiunque. Dobbiamo concentrarci sulle nostre potenzialità. C'è un gruppetto di squadre molto attrezzate ma credo che abbiamo un tasso tecnico tale da poter decidere sempre e comunque le nostri sorti".

Il pubblico del Carnera tornerà ad essere un vostro alleato.

"Ci auguriamo di vedere il palazzetto sempre pieno. La notizia dell'aumento della capienza ci fa molto contenti e ci spinge a dare sempre qualcosa di più. La scorsa stagione senza pubblico è stata qualcosa di davvero anormale, riavere l'appoggio dei tifosi sarà bellissimo. Speriamo di vivere una bella annata insieme a loro".

Dove vuole arrivare invece Cappelletti quest'anno? 

"Con Udine ho firmato un contratto biennale. Il mio obiettivo è quello di portare l'Apu il più in alto possibile. La società ci ha messo tutto a disposizione per provare a fare il grande il salto, noi lavoriamo duramente per far sì che ciò diventi possibile. Cercheremo con tutte le forze di salire".

tutte le notizie di