Intervistato ai microfoni del Corriere di Bergamo,l'ormai ex attaccante dell'Atalanta Marko Livaja,che era stato accostato anche all'Udinese,ha parlato della sua scelta di lasciare l'Italia per il Rubin Kazan,club russo: "Con i tifosi non ho litigato, ho solo reagito a chi mi ha etichettato come 'zingaro di m...a'. Ma come si fa a non amare gli italiani e i sostentitori della Dea? Basti ricordare, ad esempio, l'invasione in autostrada al rientro dalla trasferta di Bologna.Per un giovane è importante giocare con continuità e dimostrare le proprie qualità. Io non sono riuscito a farlo, per questo ho scelto il Rubin. Errori? Non aver segnato i due gol contro il Cagliari... Scherzi a parte, io ho 20 anni e compio sbagli come tutti, quale sia stato non è importante. Tutto fa esperienza, l’importante è imparare e non ricascarci."

Sezione: Calciomercato / Data: Sab 17 maggio 2014 alle 16:15
Autore: Salvatore Ergoli
vedi letture
Print