calcio femminile

Il Tavagnacco vuole tornare a vincere in casa: domani c’? Perugia

Il Tavagnacco vuole tornare a vincere in casa: domani c’? Perugia

Tornare a vincere in casa. E’ questo l’obiettivo del Tavagnacco che domani scenderà in campo tra le mura amiche contro Perugia alle 14.30. Dopo la sconfitta di due settimane fa contro il Chievo e lo slittamento della trasferta...

Stefano Pontoni

Tornare a vincere in casa. E’ questo l’obiettivo del Tavagnacco che domani scenderà in campo tra le mura amiche contro Perugia alle 14.30. Dopo la sconfitta di due settimane fa contro il Chievo e lo slittamento della trasferta di Roma, si torna sul terreno di gioco e lo si dovrà fare con la giusta carica e l’approccio adeguato. Tutti negativi i test a cui si è sottoposto in settimana il gruppo squadra dopo il caso positivo della scorsa settimana, quindi si gioca. Arriva in Friuli un avversario, gli umbri, che naviga in bassa classifica, non bisognerà sottovalutarlo. L’allenatrice gialloblù Chiara Orlando lo sa e avvisa le sue ragazze: “Non mi fido di Perugia, dovremo restare concentrati per l’intero arco della sfida e non pensare di vincere solo basandoci sulla classifica”.

La vittoria casalinga manca dal 20 settembre, dal 2-1 contro Pontedera. Le gialloblù si sono dimostrate squadra insidiosa in trasferta andando a vincere a Bergamo e Vicenza. Devono ancora trovare la loro versione migliore e la continuità di risultati quando giocano a Tavagnacco. Solo così si potrà scalare qualche posizione in classifica.Si darà la caccia ai tre punti con qualche problemino di troppo. L’allenatrice dovrà rinunciare in mezzo al campo alla personalità di Zoe Caneo che ha accusato un problema alla caviglia già nella gara contro il Chievo. Anche Kato non sarà della partita. Martinuzzi ha rotto il menisco e non sarà a disposizione per molto. A livello fisico, alcuni elementi non sono al 100% della forma come Toomey e Pozzecco. Defezioni abbastanza pesanti, ma che non devono rappresentare un’alibi per le ragazze. Potrebbe essere confermato il 4-3-3 con l’inserimento di Abouziane, ma non è da escludere qualche variante tattica. Ma più del modulo, per tornare a fare tre punti in casa, conterà il giusto atteggiamento.