basket

UEB Gesteco Cividale, sconfitta amara a Mestre

UEB Gesteco Cividale, sconfitta amara a Mestre

Non è fortunato Eugenio Rota, beffato sull'ultimo tiro da tre che avrebbe potuto ribaltare l'esito della gara: vince Vega Mestre 81-79 dopo una gara vissuta sul filo del rasoio per gran parte del suo svolgimento. Parte meglio la...

Franco Canciani

Non è fortunato Eugenio Rota, beffato sull'ultimo tiro da tre che avrebbe potuto ribaltare l'esito della gara: vince Vega Mestre 81-79 dopo una gara vissuta sul filo del rasoio per gran parte del suo svolgimento.

Parte meglio la Gesteco che dopo due minuti si trova 4-0 con due realizzazioni di Giovanni Fattori; dopo sei punti di Mestre, ancora Fattori con due tiri liberi impatta la gara. Mauro Pinton, vecchia conoscenza friulana, cerca di dare il primo strappo con due triple (e un libero supplementare nella prima esecuzione) per il 15-8 a metà quarto.

Al 9 il tabellone recita 22-13 per la Vega con Gesteco che fa fatica a prendere le misure dell'avversaria; Adriàn Chiera chiude il primo quarto 16-22 per i padroni di casa con una tripla provvidenziale.

Il secondo periodo vede grande equilibrio, con una tripla di Rota che avvicina i ducali (21-22 al 12') e il pari sul 27 raggiunto grazie ad un'esecuzione di Leonardo Battistini.

La gara scivola via piacevole ma un po' nervosa, con Cividale che rimette il naso avanti al 17' (33-32); una tripla di Rota ed un canestro di Cassese danno il +5 con cui la Gesteco chiude il primo tempo (42-37)

All'inizio della ripresa, due parziali (il primo interno di 5-0, il secondo ducale di 8-0) danno alla formazione di coach Pillastrini il massimo vantaggio, subito frustrato da una tripla di Fazioli; al 24', dopo una sequenza di triple reciproche, è Leonardo Battistini a colpire dal oltre l'arco per il 58-48 cividalese (25'). La gara potrebbe finalmente esprimere un proprietario, ma punto dopo punto Mestre rientra del parziale, chiudendo il terzo quarto sotto di sole due lunghezze (64-62 Gesteco).

Il quarto decisivo vede il sorpasso biancorosso con un altro parziale da 5-0; Cividale rimane in scia, con disavanzi minimi (2-4 punti) ed impattando al 34' sul 73. A quel punto qualche palla persa di troppo, l'imprecisione al tiro (specie ai liberi) e qualche chiamata stonata della coppia arbitrale ricordata da coach Pillastrini a fine gara (28 i falli fischiati contro Cividale incluso un dubbio fallo antisportivo a Miani, 18 avverso Mestre) che in ogni caso non può essere chiamata a scusante, la Gesteco sembra sprofondare quando a 2' dalla fine due liberi di Rinaldi danno a Mestre il +6 (81-75); quattro liberi (ma Chiera sbaglia il terzo a disposizione) portano Cividale a -2 a 1'21'' dal gong finale: le due squadre non riusciranno più a schiodarsi da quell'81-79, con Cividale che avrà 13'' per l'azione finale dopo la tripla sbagliata da Rinaldi: Eugenio Rota si prende l'onere del tiro da tre punti per cercare di vincere la gara, senza fortuna.

Finisce con i padroni di casa in trionfo e la Gesteco che deve meditare su una sconfitta dopo una gara giocata con grande intensità. I ragazzi del Pilla pagano un po' di imprecisione, ma continuano nel processo di crescita invocato dal patròn Davide Micalich.

Si riprende nell'anno nuovo, il 6 gennaio contro la Tramarossa Vicenza al PalaGesteco: a tutti gli sportivi ed in particolare ai supporter delle Eagles, buon Natale e un sereno 2021. con la speranza di ritrovarsi tutti assieme, quantoprima, nel nostro Palazzo.