Archiviata la sua prima Final eight di coppa Italia con toccata e fuga a Rimini nei quarti contro Agrigento, la Gesteco Ueb Cividale si rituffa nel campionato di B. Oggi, alle 18 (arbitri il barese Cosimo Schena di Castella Grotte e il tarantino Angelo Lenoci di Massafra; diretta streaming su Lnp Pass per abbonati, radiocronaca sulla pagina Facebook Ueb e differita alle 22 su Telefriuli), gioca la quarta giornata del girone C a Roseto in casa della Liofilchem, che esordisce nella seconda fase dopo essere stata stoppata per Covid a fine prima assieme alla Rennova Teramo a spicchi che aveva battuto al palaMaggetti il 7 marzo. La Pontoni Falconstar Monfalcone, sempre oggi alle 18 (arbitri il milanese Vito Castellano di Legnano e il bergamasco Riccardo Paolo Giudici; diretta streaming su Lnp Pass per abbonati), è di scena a Montegranaro contro la Sutor.

LA GESTECO A ROSETO PER INTONARE LA DECIMA

L'United eagles basketball del presidente Davide Micalich, co-capolista con Fabriano che deve recuperare il derby marchigiano a Senigallia, è partita per Roseto, seconda forza del sottogirone C2, per ripartire allungare la striscia aperta di 9 vittorie fra prima e seconda fase. Grazie ai 3 successi iniziali nel girone C, con Jesi, a Giulianova e con la Tasp, capitan Giovanni Fattori e compagni hanno ipotecato i play-off  e da oggi negli Abruzzi giocano per la migliore posizione nella griglia. Obiettivo ducale è intonare la decima contro la Liofilchem che comincia la seconda fase pur se gli abruzzesi, dopo l'isolamento imposto dall'Asl di Teramo, hanno riassaggiato il parquet venerdì nei quarti di Coppa uscendo contro la Bakery Piacenza poi vincitrice in finale sulla Real Sebastiani Rieti. I rosetani hanno 3 gare da recuperare – a  Senigallia, con Vicenza e a Monfalcone – e si presentano con i 18 punti di prima fase alla sfida con la Gesteco che ne ha 26, frutto di 13 vittorie e solo 4 sconfitte, l'ultima nella prima di ritorno del sottogirone C1 a Senigallia. Nelle 3 vittorie di seconda fase l'Ueb segna 71 punti a gara subendone 59,7, miglior difesa del girone. In attacco tira con il 43% da due, il 35% da tre e il 79% ai liberi. Arpiona 40,3 rimbalzi e smazza 14 assist.

Oltre che dal roster Ueb e dall'esperto Pillastrini, le maggiori preoccupazioni per il suo collega Tony Trullo arrivano dall'infermeria. Ha in forte dubbio il play Edoardo Di Emidio, sempre presente per 32,71 minuti a gara nel sottogirone C2 con 9 punti e 3,93 assist, e capitan Antonello Ruggiero, guardia quarantenne da 10,29 punti in 27,21 minuti. Solo a ridosso della palla a due si deciderà sul loro utilizzo in casa Liofilchem, in cui milita un altro quarantenne dall'onorata carriera: il centro Valerio Amoroso che il “Pilla” conosce bene per avere impostato su di lui e Luca Vitali la Sutor Montegranaro con cui tra il 2003 e il 2007 fece il doppio salto dalla B all'A1 sùbito dopo la sua mezza stagione alla Snaidero Udine, dov'era subentrato a coach Fabrizio Frates. Roseto in Coppa ha giocato con sette uomini partendo con le guardie Andrea Pastore e Fabio Sebastianelli e le ali Alberto Serafini (17 punti, 8 rimbalzi e 4 assist), Aleksa Nikolic (10 punti) e Jacopo Lucarelli (top scorer con 23 più 7 rimbalzi) avendo anche Amoroso in doppia cifra con 12 punti e dando 25 minuti al play-guardia Luca Cocciaretto del 1999 e 6 alla guardia-ala Andrea Pedicone del 2001.

A Roseto attendono al varco il quintetto di Pillastrini. Prevedono in regia il 1999 Eugenio Rota, uno dei migliori play del girone con quasi 13 punti di media e oltre 5 assist. La guardia Adrian Chiera è realizzatore temibile con 14 punti e il 43% dai 6,75. Terzo esterno è il play-guardia Alessandro Cipolla, arrivato dalla Stella Azzurra Roma di A2 da 3 gare debuttando a Giulianova e che il “Pilla”, già con lui a Reggio Emilia, ha catechizzato in settimana. Sotto canestro agiscono Leonardo Battistini, in “doppia doppia” con18 punti e 10 rimbalzi a gara, e l'ex Poderosa Montegranaro l'anno scorso in A2, Gabriele Miani, classe 2000 e 15 punti contro Teramo. Dalla panchina c'è l'imbarazzo della scelta. L'ex Latina in A2, Alessandro Cassese, è il jolly per gli esterni. Norman Hassan è tiratore di striscia, a secco in Coppa. L'ex Fattori è sesto uomo di lusso, che Pillastrini ha messo in quintetto nella prima uscita in Abruzzo a Giulianova. Il ventenne Daniel Ohenhen cambia i lunghi.

LA PONTONI A MONTEGRANARO, EVITARE I PLAY-OUT

La Falconstar, a cui è rimasto il colpo in canna nel recupero pre-Coppa a Teramo dopo il primo successo con Giulianova, oggi a Montegranaro gioca per evitare la zona play-off. Dopo Pasqua sono state verificate le condizioni dell'ala-centro Simone Macaro, assente in Abruzzo dov'era rientrato il suo compagno di reparto Devil Medizza, mentre il play Alessandro Scutiero ha saltato Teramo per motivi di lavoro. Presente il cottimista Matteo Schina prima di consacrasi play da A2 in Coppa con l'Old Wild West Apu Udine. Tra la gara con Giulianova e l'ultima trasferta sono passati dieci giorni, ora altri dieci prima di Montegranaro. “Questo campionato è un terno al lotto – conclude coach Matteo Particò – anche la fortuna avrà la sua parte, ma questa non dipende da noi”.        

Sezione: Basket / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 11:45
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print