basket

Libertas Basket, domani trasferta a Sarcedo. Pontoni: “Lucidit? e difesa le chiavi per vincere”

Libertas Basket, domani trasferta a Sarcedo. Pontoni: “Lucidit? e difesa le chiavi per vincere”

Primo di quattro incontri nel – profano – calendario dell’Avvento arancione, il match del 5 dicembre (ore 18) valido per la decima giornata di Serie A2 porta le volpi della Libertas Basket School Udine a domicilio...

Stefano Pontoni

Primo di quattro incontri nel – profano – calendario dell’Avvento arancione, il match del 5 dicembre (ore 18) valido per la decima giornata di Serie A2 porta le volpi della Libertas Basket School Udine a domicilio del Basket Sarcedo. Ennesimo derby del Triveneto per le ragazze allenate da coach Matassini, piccola prova di maturità per un gruppo giovane, grintoso e audace, chiamato a difendere il primato in classifica nel rush pre-natalizio verso il giro di boa del campionato.

Costruita attorno allo straripante talento offensivo di Irene Pieropan – guardia classe 1991, sin qui 19,25 punti a partita –, Sarcedo è formazione temibile, specialmente sul parquet di casa, dove ha ottenuto tre delle sue quattro vittorie stagionali. Non inganni allora la sonora sconfitta incassata ad Alpo (75-56) nell’ultimo turno: quella di coach Anna Zimerle è squadra che ha già dimostrato di poter battere anche le più attrezzate compagini del Girone Nord. Fra le vittime illustri, infatti, Moncalieri (sconfitta 82-74) e Crema (58-56).

Marina Fumagalli (1993) e Francesca Santarelli (1994) rappresentano, insieme alla croata Jovana Mandic, il collante al servizio di un collettivo plasmato col giusto equilibrio fra esperienza e spensierata giovinezza. Silvia Viviani, playmaker, e Michela Battilotti, ala, solo il filo conduttore tra la società gialloblù e il bacino Famila Basket di Schio, fornitore di baby-talenti da svezzare sul palcoscenico di A2.

A inquadrare il match di domani, in casa Delser, è il centro arancione Elisa Pontoni.

Smaltite le scorie della scorsa settimana di “straordinari”?

“Devo ammettere che la fatica si è fatta sentire. Sabato, infatti, la nostra non è stata una partita brillante: abbiamo concesso troppo e il nostro gioco offensivo non è stato eccelso. Ma quella degli impegni ravvicinati non deve essere una scusante. Anzi, penso che da questa lunga settimana abbiamo imparato che non bisogna mai perdere la lucidità, soprattutto nei momenti più difficili”.

Domani la sfida è di quelle toste: come l’avete preparata?

“È vero, non sarà una partita facile. Sarcedo è una squadra solida, con delle ottime individualità: penso, ad esempio, a Pieropan, ma non solo. Ci stiamo allenando duramente, perché sappiamo che domani la nostra lucidità e la nostra difesa di squadra saranno la chiave per poter vincere anche in un campo ostico come quello di Sarcedo. Siamo cariche e determinate: vogliamo mantenere la nostra striscia di vittorie”.