La Delser Crich Lbs Udine marcia compatta su Bolzano dove oggi, alle 18 (arbitri i pisani Alessio Chiarugi di Pontedera e Michele Melai di Santa Maria a Monte; diretta streaming sul canale Youtube del Basket club Bolzano), affronta l'Alperia Bc per la terzultima di ritorno del girone Nord di serie A2 femminile, anche se in coda alla fase discendente di stagione regolare saranno recuperate prima e seconda di ritorno prima dei due tabelloni di play-off promozione. La squadra di coach Alberto Matassini viaggia per l'Alto Adige di nuovo al completo, avendo recuperato la nazionale slovena Tina Cvijanovic che aveva marcato visita nel vittorioso turno scorso contro Sarcedo per l'infortunio al ginocchio destro patito in finale di coppa Italia contro Crema. L'ala, sia pure a mezzo servizio, ci sarà ed è una garanzia in più, anche se magari sarà preservata in vista del prossimo turno interno di campionato che vedrà le “delserine” opposte all'Akronos Moncalieri che può insidiare il secondo posto alla squadra rivelazione del torneo. Capitan Eva Da Pozzo e compagne, già qualificate per i play-off che spettano alle prime otto squadre classificate nei due gironi Nord e Sud con due posti in palio per salire in A1, intendono però difenderlo per chiudere al meglio e mantenere più a lungo possibile il vantaggio del fattore campo nelle sfide promozione, con gara1 ed eventuale bella da disputare in casa. Un pensierino a entrare nelle prime otto fa ancora l'avversaria odierna, l'Alperia, che è a 4 punti dall'ottavo posto di Mantova e a 2 dal nono di Sarcedo con una gara da recuperare rispetto alle lombarde e tre nei confronti delle venete che la precedono.

Coach Roberto Sacchi, alla vigilia, lamenta l'emergenza che la sua squadra continua ad accusare dopo che negli ultimi quattro turni di campionato ne ha giocato uno solo prima di tornare sul parquet sabato scorso a Crema in casa della capolista Parking Graf, che si è aggiudicata la quarta coppa Italia di A2 di fila in finale sulla Delser, cedendo tutto sommato con onore per 73-59. In quest'ultima gara le altoatesine hanno giocato in sette con il quintetto base formato da Laura Cremona play-guardia, Camilla Mingardo guardia, Safy Fall guardia-ala, Stefania Carcaterra ala e  la portoghese Joana Cristelo Alves pivot. Dalla panchina sono entrate solo Andrea Iob per cambiare le lunghe e Anna Profaiser per le esterne, mentre vi era seduta soltanto per onor di firma l'ala Meriem Nasrauoi assieme alle guardie Jasmin Broggio e Alexia Desaler. Alla Libertas Basket school, che all'andata ha vinto per 71-55 (22-11, 36-28, 50-51), stanno all'occhio perché ricordano che Nasraoui è stata la top scorer della gara con 21 punti giocando soltanto 27 minuti e proprio la sua uscita ha consentito alle udinesi un ultimo quarto vincente da 21-4. All'andata, inoltre, il Bcb non aveva ancora potuto schierare in pivot Cristelo Alves al posto della croata Lorena Molnar. La vittoria ha arriso alla Lbs grazie a cinque “delserine” in doppia cifra: le play-guardie Antonia Peresson e Vittoria Blasig con 16 punti a testa, l'ala-pivot Marta Scarsi 12 come Fall sul fronte opposto, 11 l'ala Cvijanovic rientrante oggi e 10 il centro Elisa Pontoni. In soccorso alle udinesi ora c'è la guardia Alice Milani, aggregata alla squadra in gennaio, che nel turno scorso ha festeggiato la sua prima doppia cifra alla Delser con 17 punti segnati nel giorno dell'assenza di Tina la slovena.

Sezione: Basket / Data: Sab 27 marzo 2021 alle 11:09
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print