La Delser Crich Lbs Udine oggi, alle 19 (arbitri il triestino Marco Schiano Di Zenise e il padovano Stefano Gallo di Monselice, diretta streaming sulla pagina Facebook Lbs), ospita Il Ponte casa d'aste Sanga Milano nell'ottava giornata di ritorno per tornare, almeno per una notte, di nuovo da sola in vetta al girone Nord di serie A2 femminile. La co-capolista Parking Graf Crema, unica avversaria stagionale che ha battuto le udinesi sia all'andata sia al ritorno, riceverà domani infatti il Basket Sarcedo nell'unico posticipo domenicale. Blindato sabato scorso in casa dell'Autosped Castelnuovo Scrivia l'obiettivo minimo del quarto posto a fine girone di ritorno che si sono dati lo staff tecnico e la squadra, la Delser nel turno odierno si attende l'assalto al vertice di una società emergente non soltanto per risultati sul parquet, ma anche come prospettive di sviluppo.

Il San Gabriele (Sanga) è una delle squadre del momento essendo reduce da quattro vittorie di fila, tre in febbraio e una a fine gennaio, e da cinque successi nelle ultime sei gare da inizio 2021. E' una formazione insidiosa lanciata a rincorrere i play-off e le ragazze di coach Ugo Franz Pinotti hanno espugnato Vicenza per 65-68 il turno dopo che la Lbs vi ha perso per 61-59 il 30 gennaio scorso, collezionando per la prima volta in stagione due sconfitte di fila dopo quella al palaBenedetti contro Crema. Le milanesi, che fra l'altro nella nona d'andata sono passate per 45-56 in casa delle cremasche subito dopo essere state battute per 79-82 dalle friulane nella palestra meneghina Pietro Giordani, grazie al successo sulle beriche le hanno riagganciate al quinto posto in classifica assieme all'Alpo (Verona), con le venete che però hanno disputato due partite in meno. Tutte e tre sono a 2 lunghezze dalla quarta piazza, che al momento è appannaggio di Castelnuovo Scrivia.

Come società, poi, il Sanga proprio in questi giorni sta facendo parlare alla grande di sé. E' ai dettagli per concludere l'ingaggio di Chiara Pastore, 35enne play con 54 presenze in azzurro, uno scudetto e tre coppe Italia in bacheca. Iniziata l'annata in B a Puianello (Reggio Emila), debutterà sabato 6 marzo con Il Ponte nell'altro assalto al vertice contro Crema a Milano e sarà presentata l'8 marzo, nel giorno della festa della donna, al ristorante L'Alchimia. Quella che il presidente onorario del Sanga, Enrico Crespi, che con il marchio Gbc aveva portato ai vertici il basket femminile meneghino negli anni Settanta-Ottanta, spera di ricreare grazie alle prestazioni dell'ex azzurra tornando in A1 a trent'anni dalla coppa Ronchetti vinta nel 1991 da Milano. Inoltre, essendo la napoletana Chiara Pastore compagna di vita di Gigi Datome, capitano dell'Ax Milano e leader della Nazionale italiana, hai visto che mai che nasca una sinergia basket maschile e femminile tra l'Olimpia e il Sanga in nome della milanesità tanto cara anche a Giorgio Armani sulla falsariga di quelle già esistenti in altri top club quali la Reyer Venezia, la Virtus Bologna e la Dinamo Sassari.

Oggi, però, la Delser deve fare i conti sul parquet con le quotazioni della casa d'aste Il Ponte, che sono comunque in rialzo. Le milanesi sono reduci dal successo per 62-51 su San Martino di Lupari ottenuto senza la play Elena Quaroni, che sarà ancora assente per continuare nel recupero dall'infortunio a una mano. Le udinesi, dal canto loro, sono passate per 62-74 a Tortona, dove gioca l'Autosped, pur con la play-guardia Antonia Peresson faro della squadra in panchina solo per onor di firma perché scavigliata, ma ritrovando le guardie Anna Turel e Alice Milani dopo le recenti assenze a causa del Covid. Le ragazze di coach Alberto Matassini vorranno presidiare il palaBenedetti, dove finora è passata solo Crema nella terza d'andata. Memori del 79-82 (15-20, 41-46, 62-67) con cui hanno espugnato Milano con ultimo tiro alle padrone di casa per impattare, capitan Eva Da Pozzo e compagne sanno di doversi guardare dalla guardia Susanna Toffali, che ha rifilato loro 26 punti, ben spalleggiata dalle ali Arianna Beretta con 19 e Karmen Cicic con 16. Allora non giocava la capitana Stefania Guarneri infortunata, pivot che stavolta sarà della partita.

Il vice di Pinotti, Niccolò Zampetti, mette in guardia da Peresson, 22 punti all'andata, e dall'ala Tina Cvijanovic, top scorer udinese con 25, e vuole battaglia a rimbalzo, persa 29 a 47 dalle milanesi un girone fa. In casa meneghina, oltre all'ex Georgia Tech che fattura 17,1 punti a gara (40% al tiro da tre e 88% ai liberi) più 7,7 rimbalzi, Mvp con 18,6 e alla nazionale slovena che la segue a ruota con 13,4 “pezzi”  e 15,9 di valutazione, temono pure la terza bocca da fuoco: la 2004 Vittoria Blasigh, reduce dai 17 punti a Tortona dopo i 18 all'andata e dove ha surrogato l'assente Peresson in play-guardia, sedicenne capace di farne 9,6 in 22,2 minuti. Tengano presente pure la 2002 Turel, che contro l'Autosped non vedeva l'ora di tornare e ne ha messi 13: ora non sottovaluta né teme Milano. Sarà assente l'ala del 2003 Valentina Braida perché in isolamento fiduciario per il caso Covid di un compagno di classe a scuola.          

Sezione: Basket / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 08:57
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print