Apu, dal possibile recupero con Orzinuovi fissato per lunedì alle 50 candeline spente dal GM Micalich

06.03.2020 16:00 di Francesco Paissan   Vedi letture
Apu, dal possibile recupero con Orzinuovi fissato per lunedì alle 50 candeline spente dal GM Micalich

Non era che quella contro l'Agribertocchi Orzinuovi la partita da recuperare per l'Apu Old Wild West, sospesa anche quella come conseguenza delle misure di sicurezza prese nei confronti del Covid-19. Nella giornata odierna è stata ufficializzata la data del recupero, fissato per il 9 marzo alle ore 20.30 e per i friulani questo incontro rappresenterebbe l'ultima trasferta prima della "fase a orologio", vero preludio ai playoff. Tra il dire e il fare c'è però di mezzo un mare, un oceano di dubbi legati alla cittadina lombarda che, nella sola giornata di ieri, ha contato ben otto vittime legate al virus. Orzinuovi rappresenterebbe uno dei luoghi più colpiti dal Covid-19 e già sono state prese misure cautelative quali la chiusura del mercato settimanale e la chiusura di bar e ristoranti. Tutto chiuso almeno fino a lunedì e lo stesso avviso è stato fatto anche alla popolazione, quello di rimanere a casa, lontano, si spera, da possibili altri contagi. E' per questi motivi che Orzinuovi-Udine rimane ancora una gara a rischio, nonostante la Federazione abbia già individuato una data utile per il recupero.

La situazione legata alla città e all'intera provincia di Brescia è, inutile a dirsi, in costante monitoraggio e, come d'altronde accaduto da diversi giorni a questa parte, ogni ora è decisiva e utile per ridefinire il quadro, sportivo ma specialmente non sportivo, della situazione. Certezze, in tempi come questi, se ne trovano poche. L'Apu, nel frattempo, prosegue con gli allenamenti e ha già stabilito che, per raggiungere Orzinuovi, si affiderà a un lungo viaggio in corriera nella giornata stessa della gara che, tra l'altro, verrebbe ovviamente giocata a "porte chiuse". Si dovesse regolarmente scendere in campo, coach Ramagli dovrà fare ancora a meno di Agustin Fabi, sempre fermo ai box per problemi alla schiena. Proprio il coach, attraverso la ormai consueta analisi preliminare diramata attraverso i canali ufficiali dell'Apu, ha voluto definire meglio il quadro della sfida prevista per lunedì sera: "L’arrivo di Miles ha cambiato completamente le coordinate tecniche di questa squadra che nelle undici partite giocate con il nuovo americano ne ha vinte cinque e perse sei, risultando il miglior attacco. Il quintetto, inoltre, si fonda sull’impatto fisico di Mekowulu, che è il migliore rimbalzista e tra i migliori stoppatori, e sui talentuosi Bossi, Negri e Carenza. Dovremo avere il controllo del ritmo e avere tenuta difensiva sugli isolamenti di Miles e nel pitturato contro Mekowulu. Non dovremo regalare palloni e tirare in modo affrettato senza sfruttare i vantaggi. Vedremo come questa pausa ha influenzato tutte le squadre del campionato. Non c’è una ricetta visto che nessuno ha vissuto questo tipo di esperienza finora. Sarà importante che ognuno dei nostri giocatori attinga alle proprie energie mentali per avere il massimo livello di concentrazione. Dovrà partire tutto dall’interno. Sarà un test psicologico per tutti. E’ una situazione molto inconsueta. Speriamo che la durata sia breve perché giocare senza pubblico non rappresenta la normale modalità di vivere il basket e lo sport in generale".

Chiudiamo invece con una nota decisamente più positiva, con l'augurio per un buon compleanno al GM dell'Apu Old Wild West Davide Micalich che quest'oggi soffia 50 candeline e, ovviamente, festeggia all'insegna dei colori bianco e nero, quelli del basket udinese, movimento del quale lui è uno dei protagonisti principali. Ancora una volta, tanti auguri Davide!