'Alta Fedeltà' vicina al record di affluenza: quasi 2400 le tessere distribuite

12.08.2019 18:15 di Francesco Paissan   Vedi letture
'Alta Fedeltà' vicina al record di affluenza: quasi 2400 le tessere distribuite

Passione. Record. Successo. La campagna abbonamenti dell’Apu Old Wild West, iniziata tuttavia con il ‘vecchio’ sponsor Gsa, va misurata con questi termini tanto è stata ingente in queste settimane di apertura l’affluenza per la sottoscrizione dei ticket per la prossima stagione. A un mese e mezzo dall’apertura di ‘Alta Fedeltà’ le tessere già vendute al pubblico ammontano a circa 2.400, solo un centinaio in meno se si guarda al numero di vendite della scorsa stagione quando, alla fine dell’intera campagna, si registravano 2.506 abbonamenti. Successo sì, perché la campagna di quest’anno è ancora nella sua fase estiva e il muro dei duemilacinquecento abbonati dovrebbe cadere a breve. I motivi di tale affluenza stanno tutti nell’approccio che la stessa società ha avuto nei confronti dei tifosi. Il focus sulla fedeltà in primis sembra essere stato decisivo, anche perché il messaggio trasmesso è stato reciproco: i tifosi si possono fidare dell’Apu e l’Apu può fidarsi dei suoi tifosi. Prezzi mantenuti identici rispetto alla passata stagione nella prima fase della campagna abbonamenti, gadget omaggio e promozioni per tutte le misure senza dimenticare poi il lavoro svolto dallo stesso Settore D. Da ammirare, in seguito, anche l’ampio spazio dedicato al pubblico ‘rosa’, coccolato con una mini-campagna ad hoc nella quale sono le stesse tifose a diventare protagoniste posando per una foto che la stessa Apu ricondivide poi sui propri canali social.

Bisogna dunque dirlo, questa Apu ha fatto ancora colpo e il merito non è solo dei colpi di mercato, ancora attesi alla prova del campo. La società friulana ha saputo costruire un rapporto efficace con il proprio pubblico, utilizzando anche i social media, ormai un canale privilegiato. In questo momento ‘Alta Fedeltà’ è ormai nella sua fase di vendita libera con prezzi maggiorati ma c’è da credere che il centinaio di tessere delle tribune e le duecento della tribuna numerata lasciate senza proprietario troveranno presto dimora. Dal Carnera sarà dunque lecito aspettarsi quel clima ‘bollente’ che ogni giocatore desidera. Tanta fiducia, sia chiaro, andrà poi ripagata da chi scenderà sul parquet.