Pubblico in crescita nella passata stagione, ecco il bilancio LNP per l'Apu

14.07.2019 14:08 di Francesco Paissan   Vedi letture
Pubblico in crescita nella passata stagione, ecco il bilancio LNP per l'Apu

La Lega Nazionale Pallacanestro ha diramato sui suoi canali ufficiali i numeri legati all’affluenza di spettatori per la stagione 2018/2019 e i dati per l’Apu Gsa sono, per un altro anno, decisamente buoni. Quella udinese è la quinta realtà della Serie A2 per spettatori complessivi e affluenza media, stabilendo il nuovo record rispettivamente a 51.114 e 3.408. Sono stati poco più di duemila gli spettatori in più rispetto alla passata stagione quando il totale era stimato a 49.079 presenze. Davanti a Udine solo Fortitudo, dominatrice assoluta in queste particolari statistiche, come era d’altronde lecito aspettarsi da un movimento che appartiene maggiormente alla Serie A che alla categoria immediatamente inferiore, Treviso, Verona e Forlì. Parlando di playoff la posizione dell’Apu sale di due posti, contando l’assenza della Fortitudo e il sorpasso su Forlì. Nei primi e unici due atti contro Biella giocati al Carnera l’affluenza media è stata di 3.198, con un picco di 3.282 spettatori per Gara 2, per la cronaca la nona per affluenza di tutti i playoff di A2.

Il basket a Udine deve dunque essere valutato come in crescita, sebbene già nella passata stagione i numeri segnalassero una accoglienza e una affluenza sorprendente per la squadra del presidente Pedone. La Lega Nazionale Pallacanestro ha poi illustrato anche i dati relativi agli incassi. Se Bologna rimane irraggiungibile dall’alto del milioncino, e oltre, guadagnato dalle sfide interne, la società udinese vanta il quarto incasso della categoria con 387.834€ complessivi incassati per una media di 25.856€ a gara. I numeri sono poi saliti per i playoff, con la media assestatasi a 29.580€.

A poche settimane dall’annuncio di ‘Alta Fedeltà’, la nuova campagna abbonamenti dell’Apu, la sfida per la nuova stagione sarà dunque, in tal senso, migliorare dei numeri già importanti per affluenza e incassi, parallelamente a quanto i giocatori bianconeri faranno sul parquet del PalaCarnera e sul parquet dei palazzetti di tutta Italia. La prima fase della campagna abbonamenti ha già fatto segnare 1.800 tessere, 200 in più rispetto alla passata stagione sempre dopo tre settimane dopo l’apertura, come segnala la stessa Apu Gsa. Tra premesse e promesse, la nuova Apu sembra quindi già piacere, nonostante ci siano ancora due fasi di vendita prima del termine della campagna. Solo al termine di queste si potrà definire meglio il reale successo di ‘Alta Fedeltà’ ma è un fatto che i primi numeri siano decisamente incoraggianti.