Apu Gsa, Pinton: "A Mantova per dimostrare che possiamo vincere anche in trasferta"

16.01.2019 12:00 di Francesco Paissan   Vedi letture
Apu Gsa, Pinton: "A Mantova per dimostrare che possiamo vincere anche in trasferta"

Il capitano dell'Apu Gsa, Mauro Pinton, è intervenuto ai microfoni del programma Speak & Roll di Web Radio 5.9 per parlare della vittoria contro Imola, della stagione in corso e della prossima gara contro Mantova:

"Il risultato finale non dice tutta la verità, ogni volta che giochiamo contro Imola facciamo grossa fatica. Bisogna dire che la nostra è stata una settimana travagliata in cui Simpson e Powell erano fermi per infortunio, pure io e Cortese avevamo degli acciacchi ma nonostante questo siamo comunque riusciti ad allenarci bene. Nel corso della partita poi si sono fatti male prima Penna, che ha preso una brutta botta al ginocchio, poi Cortese. In quel momento siamo riusciti a fare quadrato, assieme a quelli che di solito giocano un po' meno, e a centrare una delle vittorie più importanti del campionato. Nel primo tempo le difficoltà che Imola ci ha imposto erano legate alla difesa solida e all’esperienza che hanno fatto valere. A metà partita ci siamo accorti che se avessimo giocato su chi faceva più canestri probabilmente avremmo perso e nella ripresa abbiamo alzato l’intensità difensiva dando così anche maggior ritmo al nostro attacco. Onestamente tutti noi giocatori e la società ci aspettavamo di più dalla nostra stagione, ma abbiamo avuto diverse difficoltà all’inizio. Bisogna comunque dire che siamo una squadra quasi completamente rinnovata rispetto agli anni scorsi e quando metti insieme tanti giocatori, tanto talento, ti ci vuole un po' prima di riuscire a giocare bene. Penso che in questo momento stiamo riuscendo a fare questo, soprattutto in casa assieme ai nostri tifosi. In trasferta ci è mancata forse quella solidità, sia offensiva sia difensiva, che invece hanno mostrato altre squadre, ma stiamo comunque lavorando, e lavorando bene, su questi aspetti.

Fino all’anno scorso era rimasto un nucleo stabile di giocatori che comprendeva anche quelli che avevano ottenuto la promozione dalla serie B. Dal gruppo dell’anno scorso poi siamo rimasti io, Pellegrino e Mortellaro e attorno a noi si sono aggiunti nuovi giocatori. Siamo un bel gruppo fuori dal campo e stiamo lavorando per poterlo essere anche in campo, che alla fine è quello che conta. Mantova? Sicuramente l’arrivo di Veideman è stato fondamentale per la stagione degli Stings. E’ un giocatore che, così come Raspino che ho avuto come compagno l’anno scorso ad Udine, si mette a completa disposizione della squadra. Ha grande visione di gioco, grande tecnica e sa giocare per sé e per gli altri. Domenica ci aspetta una partita davvero importante, così come lo era anche quella contro Imola. Sarà una sfida difficile contro una squadra che vorrà riscattare la sconfitta della gara con Roseto e che avrà due giocatori come Veideman e Raspino che sicuramente giocheranno con la voglia di mostrare qualcosa in più. Noi invece giocheremo per dimostrare che possiamo vincere anche in trasferta".