Udinese, bisogna ripartire dal primo tempo di Napoli

 di Stefano Fabbro  articolo letto 709 volte
Udinese, bisogna ripartire dal primo tempo di Napoli

Oggi i ragazzi di mister Delneri si riuniranno al Bruseschi per iniziare la settimana che porterà i bianconeri a sfidare il Cagliari domenica alla Dacia Arena, prima di pensare ai Sardi però il tecnico di Aquileia vorrà analizzare la partita persa di sabato contro il Napoli. 
Il risultato tondo di 3-0 potrebbe far pensare ad una Udinese andata a Napoli solo per una bella gita al mare, invece non è così, perchè il primo tempo dei bianconeri è stato di assoluto livello, non si ricordano occasioni da gol, ma quello che è saltato agli occhi è stata la compattezza di squadra che Delneri è riuscito a dare in questi mesi, una squadra unita e cortissima che nei primi quarantacinque minuti non ha concesso praticamente niente al Napoli, la terza forza del nostro campionato che gioca forse il calcio più bello dell'intera Serie A. 
La ripresa è stata condizionata poi dagli episodi, pronti via il buco centrale e il gol di Mertens hanno sbloccato la gara e concesso maggiori spazi al Napoli, ma va detto che se il colpo di testa di Zapata fosse finito in rete ora staremmo parlando di un'altra partita e forse di un altro risultato, la rete di Allan subito dopo il palo dei bianconeri ha chiuso la gara, facendo uscire l'Udinese dal San Paolo sconfitta ma assolutamente non ridimensionata ma consapevole dei propri mezzi, conscia di non aver concesso nulla al Napoli in casa loro nel primo tempo con una difesa praticamente inedita. 
Il rammarico rimane quello di essere andati in un campo così difficile con una difesa così rimaneggiata, chissà se con i vari Samir, Felipe e Angella l'Udinese avrebbe tenuto botta anche il secondo tempo, la risposta non la avremo mai, ma chi ha giocato deve avere la forza di ripartire dal primo tempo per tornare immediatamente a vincere contro il Cagliari.