La Gallina è ritornata Maxi, manca solo il gol in campionato

 di Stefano Fabbro  articolo letto 675 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
La Gallina è ritornata Maxi, manca solo il gol in campionato

Erano poco più di due settimane fa quando Maxi Lopez, l'acquisto dell'ultimo secondo del mercato bianconero, usciva tra i fischi sonori dei suoi tifosi durante la sconfitta casalinga contro il Cagliari, partita che ha segnato l'esonero di Delneri e l'arrivo di Massimo Oddo sulla panchina dell'Udinese, quel tremendo pomeriggio per i bianconeri ha dato il via libera anche a numerose critiche rivolte nei confronti dell'attaccante ex Torino, accusato di non essere più in grado di giocare dal primo minuto in Serie A e di non muoversi adeguatamente in campo, di non correre in sostanza.
Al suo esordio casalingo contro il Napoli, Massimo Oddo ha lasciato in panchina il numero 20 bianconero, senza neanche mandarlo a scaldare, per poi invece riproporlo in Coppa Italia contro il Perugia, partita in cui la "Gallina" ha risposto da grande giocatore, realizzando addirittura un poker, impresa riuscita solo a Di Natale e Sanchez con questa maglia, non due qualunque. La sfida contro il Perugia ha rappresentato forse la svolta per Maxi, perchè dopo che un attaccante realizza quattro gol lasciarlo in panchina in campionato diventa complicato, e infatti mister Oddo contro il Crotone ha riproposto la stessa coppia vista contro il "Grifo", Maxi Lopez supportato da Lasagna.
All'Ezio Scida l'argentino ha confermato di essere lui la punta titolare di questa squadra, nonostante non abbia timbrato il cartellino, l'attaccante è stato determinante, infatti è meraviglioso il tocco di tacco a smarcare Lasagna in occasione del primo gol di Jankto, ed è estremamente intelligente il cross arretrato con cui ha permesso a Kuba di realizzare la sua doppietta. Contro il Crotone dunque Lopez si è ripreso l'Udinese mettendo la sua qualità al servizio della squadra, adesso però la Gallina bianconera dovrà essere "Maxi" anche in casa contro il Benevento, per conquistare definitivamente gli applausi dei suoi tifosi, che fino a due settimane fa lo contestavano.