Udinese-Atalanta 2-1, LE PAGELLE: Barak e Bizzarri decisivi, bianconeri in crescita

 di Redazione TuttoUdinese  articolo letto 1823 volte
Udinese-Atalanta 2-1, LE PAGELLE: Barak e Bizzarri decisivi, bianconeri in crescita

Vince ancora l'Udinese. Dopo aver battuto in settimana il Sassuolo per i friulani arrivano altri 3 punti importantissimi. Può tirare un sospiro di sollievo mister Delneri.

Bizzarri 7 - Non ha nessuna responsabilità sul goal, per il resto della sfida non corre moltissimi pericoli. In uscita e in presa bassa non si fa mai sorprendere. Nel finale è decisivo su Cristante: il rigore parato regala i tre punti all'Udinese.

Stryger 6 - Buona partita da parte dell’esterno destro, anche se soffre nel primo tempo su Spinazzola. Nella ripresa si fa schiacciare molto meno e contiene le giocate degli ospiti.

Nuytinck 6.5 - Ingaggia un bel duello con Ilicic e lo contiene molto bene. Soprattutto sui palloni alti e sui calci piazzati è sempre molto attento.

Danilo 6.5 - Buona prestazione da parte del centrale difensivo dei bianconeri. Bene in anticipo su Petagna, sceglie sempre il tempo corretto per intervenire.

Adnan 6.5 - Nel primo tempo molto più reattivo e si fa vedere anche in attacco. Nella ripresa difende con intelligenza

Fofanà 6 - Qualche sbavatura di troppo in fase di ripartenza, ma gioca comunque una buona gara. Nel finale di primo tempo crea sempre la superiorità numerica in attacco. (Dal 56’ Matos 6 - Movimenti lineari e palloni giocati con intelligenza e qualità, senza mai strafare).

Behrami 6.5 - Buona prova di consistenza, soprattutto nel secondo tempo. Recupera molti palloni, nonon si ferma praticamente mai. Nel finale è costretto ad uscire per un problema muscolare. (Dal 78’ Widmer 6 - Entra per dare peso alla difesa e si oppone su molti cross avversari).

Barák 7 - Ancora decisivo con un goal pazzesco. Quando libera il tiro è sempre pericoloso, bene anche nel possesso palla. Partita di qualità ma anche di grande consistenza.

de Paul 6.5 - Gli manca un po' di cattiveria negli ultimi sedici metri, ma quando impone il proprio gioco diventa decisivo.

Maxi Lopez 5.5 - Galleggia tra le linee, non è molto reattivo. Caldara lo contiene molto bene e non lo fa quasi mai girare verso la porta.

Ingelsson 6.5 - Buon impatto da parte dello svedese, che si fa vedere sia in fase offensiva che difensiva. Un esordio positivo in serie A per il classe 1998. (Dal 61’ Hallfredsson 6 - Solita qualità ed esperienza per il centrocampista islandese, con le classiche giocate che favoriscono la fluidità di impostazione).