Udinese Calcio alla cerimonia in memoria dei caduti della Grande Guerra

12.06.2018 13:00 di Jessy Specogna  articolo letto 368 volte
Fonte: udinese.it
Udinese Calcio alla cerimonia in memoria dei caduti della Grande Guerra

Anche Udinese Calcio ha presenziato oggi alla cerimonia in memoria dei caduti della Grande Guerra voluta ed organizzata dal CONI al Sacrario di Redipuglia, alla presenza del Presidente Nazionale Giovanni Malagò. Hanno sfilato sul monte S.Elia i labari di tutte le società sportive centenarie e benemerite della Regione, che il Presidente Malagò non ha esitato a definire “eroica” per il modo in cui ha portato avanti i valori dello sport anche durante gli orrori della guerra. 

 

Venendo qui ho domandato quanto distasse il confine da Redipuglia, ma mi sono risposto da solo, perché un confine non esiste più ed è anche merito dello sport – ha detto il Presidente Malagò – che è portatore di valori di pace e fratellanza. Sono commosso dall’essere qui a rappresentare questi valori, in questo luogo così carico di significati, è un onore”.

 

Udinese Calcio era presente con una delegazione composta dai ragazzi della Primavera guidati dal Direttore Generale Franco Collavino, dal Direttore Amministrativo Alberto Rigotto e dal Dirigente della Primavera Alferio Carlet. 

 

Con i suoi 122 anni di storia, quella bianconera è una delle realtà più longeve in Regione e non poteva mancare ad una manifestazione di questa portata: “Udinese ha voluto fortemente presenziare quest’oggi perché rappresenta questo territorio in tutta Italia, ricordare chi è caduto per il nostro Paese sulle nostre terre è di fondamentale importanza” ha affermato Rigotto. 

 

“È necessario ricordare come – ha aggiunto Collavino – la stessa Udinese abbia perso diversi suoi tesserati nella Grande Guerra. Li abbiamo ricordati lo scorso anno con una targa al parco Moretti, ma il modo migliore per onorarne la memoria è sicuramente continuare ad abbracciare i valori dello sport e farsene promotori”.