Messaggero Veneto, le pagelle: Samir e Nuytinck,quanti errori! Behrami è tra i più convincenti

 di Jessy Specogna  articolo letto 355 volte
Messaggero Veneto, le pagelle: Samir e Nuytinck,quanti errori! Behrami è tra i più convincenti

BIZZARRI 6 -  Sbaglia subito un rinvio con i piedi, poi resta di sasso sulla punizione di Iago Falque che termina sulla traversa. Incolpevole sul gol, tiene l'Udinese in partita con due parate alla fine del primo tempo, peraltro non impossibili, su Belotti e Niang. Nella ripresa nulla può sul diagonale del "Gallo" mentre si ritrova tra le mani il pallone appoggiatogli da Baselli.

LARSEN 6 - Il meno peggio di un tridente difensivo che non ha giocato con sufficiente ferocia e applicazione. Niang è un giocatore che abbina tecnica e forza fisica, lui dal punto di vista della forza qualcosa deve inevitabilmente concedergli, ma alla fine della fiera non demerita.

NUYTINCK 5 - Prima volta da centrale nella difesa a tre. Nel complesso non demeriterebbe, però, negli episodi che decidono la partita c'è sempre lui. L'Udinese sulle palle inattive marca a uomo, sul pallone calciato da Iago Falque sono lui e Lasagna che si fanno anticipare da N'Koulou. E in occasione del contropiede di Belotti dovrebbe cercare di contrastare in maniera più decisa il centravanti granata.

SAMIR 5 - Una bella giocata in attacco (il traversone mancino sul quale Widmer arriva con un attimo di ritardo) e poi l'errore fondamentale che innesca il contropiede del 2-0. Cerca di porre rimedio rincorrendo Belotti ma non riesce mai a riprenderlo.

WIDMER 6 - Primo tempo parecchio intraprendente. Anticipa in spaccata Molinaro ma non riesce a deviare in porta il traversone di Samir. É suo il cross che Lasagna di testa manda sulla traversa: sul proseguimento dell'azione arriva la rete annullata a Barak. Uno degli ultimi a mollare nel secondo tempo.

BARAK 6 - Non è in un momento sfolgorante come a dicembre e questo lo si sapeva, sta di fatto che il suo golletto lo aveva confezionato anche questa volta. Calcia con il destro in maniera sporca, ma pesca comunque l'angolino. Nel secondo tempo non trova mai lo spunto importante e viene sostituito.

BEHRAMI 6 - Per interpretazione della gara era stato tra i più convincenti nel primo tempo che aveva concluso andato a spizzicare di testa un cross di Jankto senza però riuscire a centrare la porta. Anche lui nella ripresa è calato sensibilmente come tutta la squadra.

JANKTO 5,5 - Suo il primo pallone messo in area granata dopo nemmeno un giro di lancette. Suo anche il traversone per l'incornata di Behrami. Nella ripresa, però, perde lucidità: lo dimostrano le scelte di tiro che non sono mai azzeccate.

ZAMPANO 5 - Pronti, via e va subito in sofferenza con Iago Falque che lo punta costringendolo al fallo. Inutile anche la sbracciata su Rincon che porta a un'altra punizione laterale. In fase di spinta non si vede mai nel corso del primo tempo e anche nella ripresa combina poco. Calcia alle stelle il pallone del possibile 2-1. Un passo indietro rispetto all'esordio contro il Milan.

MAXI LOPEZ 5,5 - Aveva una gran voglia di firmare il gol dell'ex davanti al popolo granata. Ha subito la palla per colpire ma non è abbastanza veloce nella girata e viene murato. Qualche buon movimento con e senza palla in coppia con Lasagna poi quando entra Perica sparisce dal campo fino alla sponda non sfruttata da Zampano. E anche nel finale non è reattivo in area per tentare la conclusione verso Sirigu.

LASAGNA 6,5 - C'è in tutte le azioni più pericolose dell'Udinese. Svirgola un po' la girata dopo 1', va a pressare Sirigu e per poco non gli scippa il pallone, poi colpisce la traversa nell'azione del gol annullato. Salva sulla linea un colpo di testa di Burdisso, poi è tra i bianconeri che si fanno anticipare da N'Koulou. Il suo infortunio è una pessima notizia.

PERICA 5,5 - Si fa male Lasagna e Oddo sceglie lui. Non si rivela una scelta felice. Impalpabile.

DE PAUL 5,5 - Idem come sopra da un punto di vista del rendimento. Sta di fatto che, ora, con Lasagna infortunato, uno tra lui e Perica dovrà cominciare a dare qualcosa in più. Nel recupero ha la palla sul destro e invece di calciare di forza sceglie una improbabile conclusione con il piatto.

HALLFREDSSON S.V. -  Gioca meno di un quarto d'ora recupero compreso. Ingiudicabile, anche se riesce a prendersi un giallo.