Italia-Svezia 0-0, LE PAGELLE: non è stata serata

 di Stefano Pontoni Twitter:   articolo letto 355 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Italia-Svezia 0-0, LE PAGELLE: non è stata serata

Buffon 6 - Ordinaria amministrazione, non è chiamato a grossi interventi. Nel finale va in area avversaria alla disperata ricerca di un gol che, purtroppo, non arriverà.

Barzagli 5.5 - Rimedia un giallo ad inizio gara che lo condiziona per il resto dell’incontro. Nel complesso troppi errori in fase d’impostazione, in un paio di circostanze innesca pericolosi contropiedi per gli svedesi.

Bonucci 5,5 - Lotta nonostante i problemi fisici e resiste fino alla fine. Nella ripresa diventa regista aggiunto catalizzando ogni pallone, ma spesso finisce per rallentare il gioco e la manovra diventa sempre più prevedibile.

Chiellini 5.5 - Ha pochi compiti di copertura, gioca quasi da esterno sinistro e nel finale si propone di continuo in area provando a sfruttare i propri centimetri.

Candreva 5 - Attacca senza sosta sulla destra, alternando buoni cross a diversi errori. Cala nel finale, quando s’intestardisce palla al piede e subentra la stanchezza. Dal 77’ Bernardeschi sv.

Parolo 6 - C’è poco da difendere, aiuta la squadra nel giro palla e cerca sempre l’inserimento. Sfiora il gol nel primo tempo e anche nella ripresa.

Jorginho 6 - Un’ora di grande calcio: imposta, ricama, ruba palla ed innesca almeno due delle più ghiotte chance del match. Nella ripresa cala per propri demeriti e perché i difensori lo scavalcano. Ignorato per due anni prima d’oggi: resterà un mistero.

Florenzi 6 - Tanta grinta e determinazione in un ruolo non suo. Si propone di continuo, sfiora il gol e nel finale torna a destra aiutando la squadra con diversi cross dal fondo. Il suo destro esce per questione di centimetri.

Darmian 5 - Ha tanto spazio a sinistra ma non sfrutta il campo a sua disposizione. Ad inizio ripresa ha una potenziale chance ma lo stop non è preciso. Dal 63’ El Shaarawy 6 - Mezzora non è bastata per risultare decisivo, ma ci ha provato con le sue qualità e ha spiegato che questa squadra aveva anche talento, ma relegato in panchina.

Gabbiadini 5.5 - Si muove tra le linee, alle spalle di Immobile. Gioca bene di sponda per i compagni ma non ha mai la possibilità di calciare in porta. Dal 63’ Belotti 5.5 -Mezzora di cuore, sacrificio e tentativi vani. Pochissimi palloni giocabili.

Immobile 6 - L’unico a garantire profondità alla squadra, sfiora due volte il gol ed è utile anche nell’appoggio ai compagni, con assist che avrebbero meritato ben altra sorte.