Finalmente Balic, il talento croato già un punto fermo da cui ripartire

 di Stefano Fabbro  articolo letto 1291 volte
Finalmente Balic, il talento croato già un punto fermo da cui ripartire

Dopo una lunga attesa finalmente è arrivato anche il turno di Andrija Balic, talento croato acquistato dall'Udinese lo scorso gennaio 2015 ma che ha dovuto aspettare tanto, forse troppo, per scendere in campo. Mister Delneri ha finalmente deciso di lanciarlo da titolare nella delicata sfida contro l'Atalanta, in cui il croato ha mostrato di avere qualità importanti con enormi margini di crescita, confermando poi la sua bravura anche da subentrato a Crotone, il suo ingresso infatti ha portato un miglioramento della manovra bianconera in Calabria. Adesso nelle ultime due partite, come ha assicurato il tecnico bianconero, Balic avrà il posto assicurato davanti alla difesa per dirigere il gioco dei friulani e per guadagnarsi un ruolo da titolare anche per la prossima stagione, in cui società e allenatore dovranno ragionevolmente puntare su di lui, affidandogli le chiavi del centrocampo. Da tempo in casa Udinese si cerca un uomo di qualità nel ruolo chiave della formazione di mister Delneri, gli ultimi anni hanno messo a nudo questa mancanza nel ruolo di regista, in cui si è dovuto adattare un giocatore più di rottura che di impostazione come Emil Halfredsson, a causa della deludente stagione di Kums. Adesso la svolta in quel ruolo potrebbe essere proprio Balic, che nonostante la giovane età ha già fatto vedere di essere il giocatore con maggiore tecnica e visione di gioco per dare il via con qualità alle manovre offensive di De Paul e compagni; queste ultime due partite saranno utilissime al numero 99 per accumulare esperienza e per incrementare la fiducia che ormai Delneri ha verso di lui. Finalmente il momento di Balic è arrivato, e adesso vietato sarà rilegarlo nuovamente in panchina, l'anno prossimo lui assieme a Jankto e Fofana dovranno essere i punti di forza della squadra friulana per svoltare e perchè no, pensare a qualcosa di grande come l'Europa.